Maschera all’argilla : cosa devi sapere

L’argilla è utilizzata sin dall’antichità per le sue proprietà, soprattutto nei trattamenti dermocosmetici. Alcuni studi hanno infatti dimostrato che trattare la pelle con specifiche tipologie di argilla aiuta a purificarla, ad assorbire il sebo in eccesso, a rinfrescare la superficie cutanea.

Molti tipi di argilla, molti benefici

 Sostanza di origine minerale, l’argilla è nota per le sue proprietà che depurano la pelle da impurità, accumuli di sebo, tutti fattori che possono scatenare la comparsa di imperfezioni, o la reazione della pelle sensibile.

Ma non tutta l’argilla è uguale. Nel mondo della dermocosmetica, infatti, le sue diverse varietà hanno benefici specifici, che vengono utilizzati per la formulazione di maschere adatte a diversi tipi di pelle o studiate per combattere determinate condizioni cutanee.

L’argilla bianca, o caolino, ricca di calcio, silicio, magnesio e zinco, è nota per le sue proprietà antibatteriche e la capacità di lenire gli arrossamenti cutanei senza disidratare la pelle. Ha la grana fine e tra tutte le tipologie di argilla è considerata la più delicata, per questo è indicata per la pelle secca e sensibile.

L’argilla verde, ha un elevato potere assorbente, caratteristica che la rende ideale per eliminare il sebo in eccesso della pelle grassa e con imperfezioni. Ricca di rame, che le dona anche il suo caratteristico colore, contiene numerosi minerali tra cui zinco, fosforo e silicio, importanti per purificare la pelle in profondità.

E per chi ha la pelle secca o screpolata? L’ideale è scegliere una maschera all’argilla rossa, che è in grado di purificare il viso, promuovendone il rinnovamento cellulare. Il suo colore è dovuto all’alto contenuto di ossido di ferro, ma è ricca anche di molti altri minerali tra cui calcio e sodio che le conferiscono le sue proprietà purificanti, lenitive e rigeneranti. L’argilla rossa, inoltre, stimola la microcircolazione: la pelle risulterà più nutrita e ossigenata, tonica e liscia.

maschera argilla
maschera argilla, poisoned mask

Le black mask detox, uno degli ultimi trend nel mondo delle maschere viso, sono formulate a partire dal carbone vegetale – un carbone, che non è argilla – che ha la capacità di liberare la pelle da impurità, e particelle inquinanti. Un’azione detox profonda, perfetta per pulire i pori e illuminare la pelle, adatta anche a quella secca o più sensibile.

Gli errori da non fare

Nonostante le maschere viso all’argilla siano molto apprezzate, esistono ancora numerosi falsi miti che le riguardano. Ecco i 4 errori più comuni legati al loro utilizzo, per aiutarti a evitarli ed ottenere così il massimo beneficio dalla tua maschera viso.

Errore 1: Scegliere la tipologia di maschera all’argilla non adatta alla tua pelle

Come abbiamo visto, “argilla” è un termine generico che si usa per indicare diverse varietà di composizioni minerali naturali, ciascuna delle quali ha proprietà specifiche ed è adatta a diversi tipi di pelle e di condizioni cutanee. Ecco perché è così importante conoscere le varie tipologie di argilla e le relative proprietà, e scegliere la più adatta alla tua pelle, proprio come fai per gli altri trattamenti della tua beauty routine.

Errore 2: Lasciare la maschera in posa per più di 10 minuti sulla pelle

Le maschere viso all’argilla assorbono il sebo in eccesso (assorbimento) e catturano le impurità (adsorbimento). Ciò significa che l’argilla può seccare la pelle se lasciata in posa troppo a lungo. Non è necessario aspettare che la maschera si secchi completamente: l’ideale è lasciarla in posa per un tempo non superiore a 10 minuti. Se dopo aver rimosso la maschera la tua pelle è secca o tirata, idratala.

Errore 3: I rossori sulla pelle indicano che la maschera non è buona

Il fatto che tu abbia il rossore non indica necessariamente che la maschera non sia di buona qualità.
Cerca di capire se l’argilla è adatta alla tua pelle e, in caso contrario, cambia tipo di argilla o tienila per un periodo più breve.
Un leggero rossore va bene, basta usare una lozione tonificante ( come il Tonico di Eyra Cosmetics ) o una crema a base di calendula per levigare e calmare la pelle.
Rimuovi immediatamente la maschera se senti bruciore o pizzichi durante l’applicazione!
 


Errore 4: Applicare la maschera all’argilla indistintamente su tutto il viso

poisoned mask
Poisoned Mask

Ogni zona del viso ha le sue specifiche esigenze. Per esempio, potresti avere la pelle unta nella zona T e secca sulle guance. La stessa tipologia di maschera non è adatta necessariamente a trattare differenti condizioni cutanee,. Opta per un’applicazione su specifiche aree o multi-masking: applica, cioè, la maschera solo nelle zone con specifiche problematiche (per esempio, dove ci sono brufoli e imperfezioni) oppure utilizza maschere diverse per le diverse aree del viso.

La routine perfetta per la maschera all’argilla

Sapevi che per massimizzare l’effetto della tua maschera all’argilla è fondamentale anche preparare la pelle prima e riequilibrarla dopo l’applicazione? Ecco come farlo!

  • Prepara la pelle pulendo il viso con il tuo detergente abituale, avendo cura di rimuovere ogni traccia di makeup.
  • Asciuga la pelle tamponandola con un asciugamano pulito.
  • Applica la maschera con un pennello morbido o stendila con i polpastrelli sul viso, evitando il contorno occhi e le labbra.
  • Lasciala in posa per il tempo indicato e non oltre, poi risciacquala accuratamente con abbondante acqua fresca o leggermente tiepida.
  • Tampona il viso e idratalo con Blue Venom di Eyra Cosmetics o un trattamento specifico per il tuo tipo di pelle che usi abitualmente.
  • Infine, riequilibra, rigenera e rinforza la pelle con una spruzzata rinfrescante di Tonico di Eyra Cosmetics

Ricapitolando: le maschere all’argilla sono ideali per liberare i pori dalle impurità ma è importante sceglierle e utilizzarle in modo corretto!

Lascia un commento

SPEDIZIONE GRATUITA con 70 € di spesa minima Ignora